Copy of Promozione libro Myriam

Truffe romantiche: perché accadono e come non cascarci

Truffe romantiche: perché accadono?

Il desiderio di sentirsi completi, la paura di restare soli, il bisogno di avere qualcuno con cui condividere il proprio cuore, rende le persone di qualsiasi età suggestionabili, manipolabili e, spesso, come è evidente dai tanti casi di cronaca presenti sui quotidiani, truffate.
L’inganno in amore non ha epoche: si tratta di una storia antica, ma, mentre in passato le truffe romantiche consistevano in carenza di sincerità, oggi la truffa in amore non è una mera questione di fedeltà reciproca, ma  di un illecito penale nel vero senso della parola, fatto di raggiri ed artifici subdoli, in quanto coinvolge interessi economici oltre che i sentimenti.

Le truffe romantiche e i Social Network: il truffatore cerca SEMPRE di creare DIPENDENZA

Il diffondersi dell’uso dei social network tra i più e meno giovani, la nascita di tanti siti volti a ricercare un’anima gemella sparsa nel mondo, hanno fatto nascere tantissime e bellissime storie d’amore, ma hanno anche incrementato il fenomeno delle truffe romantiche.

In che modo? Attraverso il plagio, ovvero la suggestione psicologica con cui un individuo riesce a rendere dipendente un altro individuo da se stesso, portandolo ad annullarsi e a non comprendere l’irrazionalità di alcuni comportamenti.
La strumentalizzazione è tale che l’indivuiduo viene spogliato dei suoi beni materiali e devastato nella sua dignità con un grave danno esistenziale.

Cosa si intende per truffa romantica

Il termine truffa romantica sta ad indicare che il soggetto che ricade nell’imbroglio non solo subisce una grave perdita economica e materiale, in quanto le vittime sono, spesso, adescate per interessi puramente economici, ma contestualmente il suo cuore è spezzato, in quanto la truffa avviene facendo intenzionalmente credere alla persona di provare un sentimento, di essere l’uomo o la donna perfetta per lui.
Al danno economico si aggiunge il danno esistenziale, il raggiro avviene mediante la manipolazione di sentimenti, si finge di essere, di provare qualcosa che in realtà era pianificato al dettaglio per portare la vittima a donare volontariamente beni e denaro.
Il termine romantico può sembrare ironico, in realtà non è così, in quanto si tratta di esperti nella seduzione, i quali studiano le loro mosse e le pianificano in maniera diabolica.

Truffe romantiche: le modalità di adescamento

Le truffe romantiche possono avvenire in due modalità  tra loro collegate e consecutive: si parla di truffa romantica virtuale o reale.
Molto diffusa è la truffa online, l’adescamento avviene mediante social network, utilizzando siti che hanno l’obiettivo di mettere in contatto persone sole alla ricerca di amore, amicizia e quanto altro.
L’adescatore analizza il profilo della vittima e comincia a studiare un piano, scrive frasi d’effetto, cerca di essere presente con attenzioni tra cui il “Buongiorno” e la “Buonanotte”, tutte sottigliezze che per una persona sola possono diventare importantissime.

Quando ormai si è creato un certo feeling, il partner fittizio comincia con le richieste.

in genere, spinge su problemi economici derivanti dalla presenza di malattie personali o di un familiare o sul fatto di essere sotto minaccia, per cui se non avrà una certa cifra potrebbe rischiare addirittura la morte.
Nella maggior parte dei casi, la vittima ci casca, in quanto si è creato un rapporto di dipendenza affettiva tale per cui non riesce più a immaginare di vivere senza l’altro.
La vittima subisce una vera e propria “ipnosi d’amore”, in cui possono essere coinvolte non solo il partner fittizio ma vere e proprie organizzazioni fatte di più soggetti che scelgono il martire da perseguire sulla base delle sue caratteristiche caratteriali ed economiche. In genere sono adescate le persone sole più facili da raggirare, in quanto emotivamente bisognose d’amore.
Allo stesso modo si sviluppa l’adescamento non virtuale, quando la vittima è adescata non su internet ma per strada, la vittima viene pedinata per studiare le sue abitudini, caratteristiche ,al fine di riuscire a conquistare la sua fiducia.
Un tecnica molto diffusa nei confronti delle persone anziane, in genere, adescate presso parchi o circoletti.

Come viene scelta la vittima

La vittima di una truffa romantica può appartenere a qualsiasi fascia di età e categoria sociale, in quanto non è un fattore di livello sociale o istruzione a rendere una persona soggetto di adescamento,  bensì le sue caratteristiche emotive.

Colui che progetta la truffa cerca un individuo solo, in genere chi ha subito un lutto, chi non ha figli, chi si è separato/a da poco, sfrutta il suo livello di emotività instabile e gioca sul suo bisogno d’amore.

Nella maggior parte dei casi, la vittima non ha voglia di instaurare un rapporto d’amore, ma l’adescatore è così bravo da riuscire a raggirarla in ogni modo al punto da portarlo ad una dipendenza e soggezione psicologica estrema.

Truffe romantiche: come difendersi

Difendersi da una truffa romantica è importante non solo per la componente economica, ma perché chi si fa travolgere da tali situazioni subisce un danno esistenziale gravissimo in quanto non esistono cerotti per l’anima.
Il modo migliore per difendersi da una truffa romantica è eliminare le proprie vulnerabilità, finché si è vulnerabili chiunque può approfittare della propria instabilità emotiva e creare uno stato di sudditanza amorosa.
Bisogna bastarsi, ma questo in tutte le storie d’amore, anche quelle sincere. Appoggiarsi a qualcun altro, nel momento in cui il partner viene meno per qualsiasi ragione, causa instabilità emotiva.
Stare bene da soli fa sì che l’altro rappresenti non un supporto, ma una persona con cui condividere una vita già piena, fatta di risorse e di certezze già consolidate.
Stare insieme significa essere capaci di conservare i propri spazi, di ragionare con la propria mente, e non annullarsi.

L’amore è condivisione, nel momento in cui si perde se stessi si muore lentamente.

Se si ha il sospetto di essere caduti in una truffa romantica o semplicemente di essere vittima di un amore malato, si deve chiedere aiuto e non vergognarsi. Nei casi estremi bisogna denunciare: l’amore non chiede che il partner si annulli, la felicità è sentirsi liberi in amore, accontentarsi di un affetto dietro ricatto o a pagamento è il passo che conduce alla devastazione psicologica.

Se desideri uscire da un amore malato o che ti fa soffrire, scrivimi senza impegno alla sezione CONTATTAMI.