Ansia e stress: è possibile gestirle senza farmaci?

Ansia e stress: questo è un periodo storico in cui i “malesseri dell’anima” dilagano, rendendo difficoltosa la vita delle persone.

Sappiamo che i farmaci, all’interno di una corretta terapia, sono sicuramente importanti per gestire situazioni problematiche. Tuttavia, a volte non agiscono direttamente sulle cause profondamente scatenanti. E se è pur vero che ansia e stress derivano da una moltitudine di fattori, è anche vero che in alcuni casi ci si può riaffacciare alla Serenità in maniera del tutto naturale, seguendo delle semplici accortezze.

Il metodo “Serenità SempliceMente” e il Training Autogeno

Gestire ansia e stress e persino migliorare le prestazioni psicofisiche è sicuramente molto più facile attraverso la tecnica del TRAINING AUTOGENO. Devi sapere  che, oltre che a una moltitudine di fattori, (alcuni di tipo ereditario),  lo stress è causato dal rilascio di uno specifico ormone nel tuo corpo, il cortisolo. Grazie alla tecnica del Training Autogeno puoi “addestrare” l’organismo, e soprattutto la  mente, ad ottenere dei benefici davvero importanti. In primis, la diminuzione proprio del cortisolo.

Il Training Autogeno è una speciale tecnica di rilassamento che ha già portato grandi benefici a moltissime persone. La cosa fantastica è che si tratta di un metodo assolutamente naturale, rispettoso degli equilibri di Mente e Corpo.

Per chi è fatto il Training Autogeno

Per tutti coloro che vogliono aumentare il proprio Benessere ed approcciarsi alla Serenità in maniera completamente naturale ed efficace. Non per niente lo consiglio vivamente all’interno del mio metodo “Serenità SempliceMente”per aiutare quante più persone possibili ad ottenere risultati duraturi nel tempo, anche in maniera del tutto indipendente.

Se vuoi saperne di più sul Training Autogeno ed approcciarti a questa meravigliosa tecnica di rilassamento, clicca QUI.

Se invece hai dubbi o curiosità, lascia un commento all’articolo (puoi farlo anche semplicemente per dirmi che ti è stato utile), o scrivimi alla mail info@myriamlopa.it

P.S. Nonostante sia un validissimo aiuto per combattere l’insorgere di ansia e stress, tieni a mente che il Training Autogeno non sostituisce la psicoterapia o, più in generale, il consulto psicologico.

P.P.S Ricorda che sono una Psicologa. Sì, con la “P” maiuscola! Ciò significa che non mi improvviserò MAI esperta in un campo che non mi appartiene. Tutto ciò di cui ti parlo è frutto di anni di studio, formazione ed esperienza.  E, anche se sono “Dott.ssa”, mi piace sempre firmarmi

Myriam.

 

 

 

Serenità e Felicità: la ferita da Abbandono

Serenità e Felicità: la ferita da Abbandono

Come e perché il tuo passato ti influenza

Ciao Artista dell’Anima, e buon pomeriggio!

Se molto spesso ti senti in balia di emozioni più grandi di te … emozioni che ti portano a provare un sentimento di tristezza … e ti chiedi come mai non riesci a raggiungere la Serenità o la Felicità a cui tanto aneli, beh! Lascia che ti dica una cosa: Serenità e Felicità sono due emozioni profondamente diverse.

Chi mi segue da sempre me l’ha sentito dire più volte, ma è un concetto così importante che è fondamentale ribadirlo.

In che cosa Serenità e Felicità si differenziano?

La Serenità è uno status continuo, una condizione che non tramonta poiché si lega a una visione del mondo che si fa strutturale al vivere. Non è fatta di orgasmi di Felicità, ma di continue percezioni positive.

Vittorino Andreoli

La Felicità è sostanzialmente un picco di emozioni positive non duraturo nel tempo. Si prova Felicità d’improvviso, magari in seguito ad un grande successo o ad una vittoria. Ma, fisiologicamente, non è duratura. Nel momento in cui scema, quasi come l’effetto della droga, lascia un vuoto interiore. Quindi, sì, la Felicità è sicuramente un sentimento positivo, ma per sua natura non può essere costante.

Le persone perennemente felici hanno un problema! La loro condizione non è naturale, e distrugge il fisiologico stato di allarme che, anche se minimo, dobbiamo mantenere per preservarci da pericoli e garantire la nostra incolumità.

Ma ora che hai capito la differenza fra Serenità e Felicità, voglio farti una domanda:

serenità e felicità

Come mai a volte non riesci ad essere Sereno?

Dipende anche molto dal tipo di maschera che indossi per difenderti da situazioni che, consciamente o inconsciamente, ritieni negative o eccessivamente dolorose.

Devi sapere infatti che, a seconda di come, da bambino, hai vissuto determinati comportamenti dei tuoi genitori, hai sviluppato sicuramente una o più di quelle che vengono definite “Le cinque ferite” di Lisa BurbeauEsse sono:

  1. Abbandono
  2. rifiuto
  3. umiliazione
  4. tradimento
  5. ingiustizia

ferita da abbandono

Serenità e Felicità: la ferita d’abbandono

Di ferita d’abbandono soffrono, purtroppo, moltissime persone. Se anche tu l’hai sviluppata in tenera età, con tutta probabilità ti stai trascinando questa ferita anche in età adulta. Potrebbe essere questo uno dei motivi per cui non vivi nella giusta maniera Serenità e Felicità. Ma in cosa consiste esattamente? Vediamolo insieme. 

L’abbandono fa indossare la maschera da ˜persona dipendente™.

Insorgenza: Precocemente, tra il primo e il terzo anno con il genitore del sesso opposto. Questa ferita viene risvegliata dalla mancanza di nutrimento affettivo o da sensazioni che richiamano  gli episodi   di  abbandono.

Maschera: Dipendente. I comportamenti sono imposti dalla paura di rivivere la ferita dell’abbandono.

Corpo: allungato, sottile, molle, schiena un po’  curva, gambe fiacche, parti del corpo che sembrano flaccide.

Carattere: La  ferita da abbandono fa sentire poco autonomi, bisognosi di attenzioni, di presenza e, particolarmente, di sostegno. Chi ne soffre ha difficoltà  a fare e decidere da solo, per questo chiede consigli, che poi non segue.

Di carattere sensibile, ha difficoltà  a sentirsi dire di no, ad accettare una disapprovazione. Vuole essere  protagonista, perché se non è al centro delle attenzioni prova angoscia.

Tende alla tristezza o al pianto facile.  Attira la pietà . Ha alti e bassi dell’ umore: un giorno è allegro, un altro è triste. Si aggrappa fisicamente, anche se ama la sua indipendenza.

Paura  più grande: la solitudine. Ha grande bisogno dell’ aiuto altrui, per non sentirsi solo.

Alimentazione: Buona forchetta. Tende a mangiare lentamente.

La ferita da abbandono è solo la prima delle cinque ferite. Per scoprire le altre quattro continua a seguirmi sul blog, oppure, se desideri, puoi approfondire subito l’argomento guardando questo VIDEO che ho preparato apposta per te.

Se invece preferisci parlare direttamente con me o chiedermi un consulto, contattami alla mail info@myriamlopa.it o telefona al numero 3271618719

Per ora ti saluto con la mia frase di rito:

“La vita è un Paradiso. L’Inferno è non accorgersene.”

A presto!

Dott.ssa Myriam Lopa – Ideatrice del metodo “Serenità SempliceMente”, esperta in Costellazioni Familiari Armoniche

 

 

 

Tempo: il suo enorme potere

 IL POTERE DEL TEMPO

Il Futuro è già “tuo”, ma solo se lo vuoi.

 Ecco perché.

 

Il TEMPO. Le dinamiche che interagiscono con il nostro futuro e con il nostro essere sono molto più affascinanti di quel che pensiamo.

tempo

Esistono potenzialmente diverse versioni di noi stessi, a seconda di quello che scegliamo di essere. A seconda delle azioni che noi compiamo. In base a queste viviamo una versione di noi stessi piuttosto che un’altra.

Scontato? Non proprio.

Come ho detto precedentemente, esistono diverse versioni di noi stessi, tutte nello stesso tempo.

Ti voglio fare un esempio molto semplice. Ti parlo del film “ Ritorno al Futuro”.

Ritorno al Futuro è un film per certi versi illuminante. Ciò l’ha reso una pellicola molto famosa nella storia, perché vengono affrontati in maniera semplice argomenti complessi ma affascinanti.

Sicuramente avrai visto Ritorno al Futuro. Non esiste persona al mondo che non abbia visto questo film! 🙂 Dunque vado a ruota libera.

Se ben ricordi, George McFly, il padre di Marty McFly, viene visto da due punti di vista diversi. All’inizio del film George è infatti una persona frustrata, remissiva, i cui figli hanno problemi lavorativi e relazionali. Sua moglie addirittura beve troppo e sembra poco felice.

Dopo il viaggio di Marty McFly nel passato, in cui George apprende delle lezioni che poi mette in pratica nella vita, questi diventa, sulla stessa linea temporale dell’inizio del film, una persona realizzata e di successo, che non si fa di certo mettere i piedi in testa. Insomma, la persona sembra essere la stessa, in un altro tipo di di futuro.

Risultati immagini per george mcfly

George McFly nella seconda versione

Immagine correlata

George McFly nella prima versione

Siamo proprio sicuri, però, che la persona sia la stessa?

Le nostre cellule si rinnovano momento dopo momento ed è anche questo il motivo per cui la realtà viene continuamente ridefinita, e muta nel tempo attraverso le nostre azioni. Grazie al rinnovamento delle nostre cellule, ogni secondo che passa siamo delle persone nuove. Dobbiamo renderci conto di questo, è uno dei punti cardine del cambiamento. George McFly ha scelto di vivere il suo potenziale, “direzionando” con il potere della mente le sue cellule verso una delle versioni migliori di se stesso.

I nostri pensieri e le nostre azioni, dalle più piccole alle più grandi, plasmano letteralmente il nostro futuro. Le nostre convinzioni plasmano il nostro corpo e la nostra vita. Non dobbiamo pensare che il futuro si riduca ad una linea temporale precisa. Passato, presente e futuro esistono nello stesso momento, sta a noi scegliere che cosa vivere e chi essere nella lnea del tempo.

Se ti interessa approfondire, clicca QUI. E se vuoi commentare, puoi farlo a fondo pagina. 🙂

Myriam