Mi dispiace… grazie… perdonami… l’ho’oponopono mantra che migliora la vita

Cos’è l’Ho’Oponopono Mantra? Può davvero migliorare la qualità della vita? E, se sì, come lo fa?
Oggi ti spiego tutto ciò che devi sapere riguardo ad Ho’Oponopono Mantra, la cui pratica costante è in grado di portare maggiore serenità ala tua vita. Hai così la chance di “ripulirti” da emozioni negative sotto ogni aspetto.
Ma, innanzi tutto, cos’è un mantra?
Un mantra corrisponde ad una parola o ad un’espressione che, ripetuta in maniera continuativa, permette di sentirsi meglio dal punto di vista fisico e psicologico. È in grado di offrire benefici tangibili, favorendo vibrazioni positive profonde che agiscono su corpo e mente. Sono davvero numerosi i mantra che possono darti una mano in qualsiasi momento della giornata, magari da utilizzare all’occorrenza durante ogni meditazione.

Tra i numerosi mantra che possono venire in tuo soccorso, Ho’Oponopono Mantra è tra i più utili e apprezzati. Proviene dalle Hawaii ed era una formula grazie alla quale le tribù locali risolvevano i loro conflitti all’insegna della massima temperanza e di una corretta gestione dell’energia personale.

Quando qualcosa andava “storto”, il mantra veniva praticato davanti alla comunità e indicava senso di responsabilità per un ampio popolo. Oggi questa tecnica ha assunto un significato personale in tempi recenti, diventando uno stile di vita che si basa sull’accettazione di se stessi.

Come può aiutarti

Può aiutarti ad accettare avvenimenti stressanti della tua vita.
Infatti, ciò che ti succede dipende anche dalla tua energia, dalla capacità di essere te stesso. Ciò che osservi è creato da te e ogni problema può e deve essere risolto da te in prima persona. Devi depurare le tue memorie interiori prima di pulire quelle esterne, con la prospettiva di attingere dall’energia amorevole dell’Universo che ti circonda. Tu sei tutti e tutti sono te.

Come pratichi il mantra

Se vuoi praticare Ho’Oponopono Mantra, sappi che devi vivere un’esistenza fondata su perdono e accettazione del tuo essere. Le tre frasi ricorrenti da ripetere sono Mi dispiacegrazie e perdonami. Devi essere capace di ringraziare chi ti circonda e di chiedere scusa a coloro che hai trattato male. Solo assumendo tali consapevolezze, puoi essere capace di amare l’intero Universo in maniera disinteressata. Ciò che conta è che tu sappia cogliere un simile significato con mente e spirito.
Se sei costante, avvertirai un senso di profondo benessere, per tenere facilmente a bada le tue emozioni, ridurre ansia e stress e incrementare la tua autostima. Inoltre, non lasciare in secondo piano la capacità del mantra di migliorare le tue relazioni interpersonali in ogni momento.

Ho’Oponopono: la via semplice per trasformare la tua vita

Ho’Oponopono: la via semplice per trasformare la tua vita

Scopri come creare un potente mantra per liberarti dalla negatività, avere più fiducia e raggiungere importanti risultati in modo veloce e con meno sforzo.

La legge dell’Attrazione può aiutarci? Tutte le risposte

Hai mai sentito parlare di legge dell’Attrazione?

Hai cercato di avvicinartici, ma con scarsi risultati?

Se sì, allora saprai che secondo gli studiosi l’Universo è soggetto a molteplici leggi fisiche. Queste leggi non possono subire cambiamenti, e sono, per quel che ne sappiamo, immutabili e costanti nel tempo (e nei millenni!).

Sono, insomma, davvero importanti… e hanno pienamente valore sull’individuo, anche agendo sulla materia.

Legge d’Attrazione, bisogni e… pensieri

La legge dell’Attrazione mette in stretta relazione quelli che sono i bisogni della persona con la natura dei suoi stessi pensieri.

La base della teoria delle legge d’Attrazione si basa su principi legati all’energia, che, in quanto tale, è in grado di attrarre altra energia simile a se stessa. L’energia è anche determinata dallo stato emozionale della persona.

Viene chiamata gergalmente “vibrazione”, che a sua volta può essere negativa o positiva. Ovviamente non è necessario acquisire poteri per percepire le vibrazioni, si tratta semplicemente di una forma energetica vibrazionale reale.

Prima di immaginare un nuovo “futuro”, la prima cosa da fare è…

È vero, molti asseriscono sia utile “dimenticare il presente”, tuttavia la mente lavora molto meglio in nostro favore se le chiediamo di accettare una situazione, anziché dimenticarla.

Spesso le emozioni, e le conseguenti vibrazioni, sono generate dall’inconscio, che va oltre tutto, oltre i nostri pensieri.

E chiedere all’inconscio di “dimenticare” può funzionare in alcuni casi… in altri, è meglio chiedere alla mente razionale di “accettare”.

Tutte le vibrazioni positive sono legate alla felicità, amore, gioia, spensieratezza, orgoglio, eccitazione, affetto e fiducia. Diversamente, le emozioni di delusione, solitudine, tristezza, rabbia e dolore, generano vibrazioni “basse”.

Il primo (e sottovalutato) modo per sfruttare dunque l’ampio potenziale della legge d’attrazione è accettare la realtà così com’è, quindi le proprie responsabilità su parte degli eventi esterni. 

Questo perché non c’è nulla che possa cambiare se non viene prima serenamente accettato.

È bene accettare ogni forma di responsabilità, (attenzione: responsabilità, non colpa!).

Questo modo di pensare allontanerà più velocemente la mente dal senso di ingiustizia o inadeguatezza rispetto a una situazione vissuta come dolorosa.

Se sei interessato ad approfondire come l’inconscio può agire sul tuo modo di rapportarti alla realtà che desideri, scrivimi alla sezione CONTATTI per ottenere una consulenza personalizzata.

Come affrontare il cambiamento in maniera positiva

Come affrontare il cambiamento?

L’emergenza sanitaria dovuta al Covid-19, ha costretto quasi tutti gli italiani agli “arresti domiciliari”. La chiusura, resasi necessaria al fine di fermare il numero dei contagi, ha inevitabilmente avuto effetti negativi sul sistema lavorativo e produttivo, sull’economia di molte famiglie, ma anche sul benessere fisico e soprattutto psichico dei cittadini.

Sin dai primi giorni della chiusura forzata tanti hanno avvertito un senso di angoscia, ansia, paura e frustrazione.

Queste emozioni sono dovute sia alla chiusura forzata sia all’incertezza sulla riapertura, relativamente alle modalità ed ai tempi. Inoltre le notizie, poco confortanti da parte dei mezzi di comunicazione, sui contagi e sui decessi, non hanno fatto altro che aumentare la pressione sulla stabilità emotiva di tante persone e sulla loro serenità.

Affrontare la quarantena con spirito positivo

È difficile, lo so… e non voglio certo minimizzare la situazione, tuttavia siamo qui per focalizzarci su quello che realmente possiamo fare per difenderci, almeno a livello psicologico ed emotivo.

Un modo per affrontare con positività tutti questi cambiamenti che ci sembrano spesso negativi, durante il periodo di quarantena, è quello di sviluppare resilienza.

La resilienza è la capacità di affrontare situazioni negative con uno spirito positivo, senza cadere preda dell’angoscia, della disperazione ed in generale della negatività.

Vivere con resilienza ci dà il modo di gestire con facilità le situazioni che ci sembrano maggiormente difficili, delle quali non riusciamo a vedere la fine e che, come nel caso di questa quarantena, sorgono indipendentemente dalla nostra volontà.

Un modo per affrontare questi giorni con resilienza, ad esempio, è quello di vedere la nostra casa come un porto sicuro, un angolo tutto nostro nel quale siamo protetti, anziché una prigione nella quale siamo costretti.

Riscoprire la gioia delle piccole cose

Affrontare queste giornate con positività ci dà l’occasione di riscoprire le cose semplici, trovare piacevoli anche le azioni che prima facevamo nel quotidiano ma senza attenzione. Ad esempio preparare la colazione, o anche cucinare per il pranzo o la cena, ci dà la possibilità di riscoprire non solo il piacere delle cose semplici che ci uniscono alla famiglia, ma anche di gustare con maggiore calma ciò che abbiamo preparato.

Durante questi giorni di quarantena possiamo soffermarci sulle cose piacevoli da fare, come guardare un film, una serie tvi, leggere un libro e ascoltare musica. Tutte attività che prima potevamo fare nei ritagli di tempo, come anche il semplice riposare un po’ più del dovuto.

Una diversa percezione del tempo

Una caratteristica di questo periodo di quarantena è sicuramente quella di avere maggior tempo a disposizione per noi stessi e per i nostri cari. Possiamo quindi soffermarci sul vivere appieno il rapporto coi familiari, o riscoprire noi stessi se viviamo soli.

Se riflettiamo bene, il tempo trascorso in casa ci permette di curare i nostri affetti, vivere le passioni o anche scoprirne di nuove, rigenerarci con un periodo di riposo e ritornare così alla normalità con più carica e voglia di vivere rispetto a prima.

Scrivimi alla sezione CONTATTI per avere una consulenza personalizzata.

Accedi subito al video gratuito come affrontare il cambiamento nella sezione “gratis per te”.